Menu

Nell’aprile 1945 l’ing. Agostino Nizzola, proprietario della Villa Foresta e appassionato tennista, mette a disposizione di alcuni sportivi il campo da tennis della proprietà.
Nasce così il Gruppo Tennis Mendrisio. Il campo viene rimesso in ordine e si accettano le prime iscrizioni che a dire il vero non devono essere troppo numerose se tre anni dopo il club conta solo quindici soci!
Ma il tennis acquisisce sempre più popolarità, il Gruppo Tennis diventa Tennis Club Mendrisio, entra a far parte della Federazione Ticinese Tennis e partecipa all’attività agonistica, registrando i primi successi.

Nel 1951
, grazie a un prestito della sezione socialista di Mendrisio, il campo viene dotato di un impianto di illuminazione.

Dal 1953 il club dispone di un maestro nella persona del compianto Franco Folli e durante l’inverno il campo della Villa Foresta, convenientemente allagato, serve quale pista di pattinaggio, mentre si può giocare all’interno del Mercato Coperto (una stagione invernale in condizioni ambientali non certo ideali e con un fondo di cemento taglia gambe anche ai più allenati).

Nel 1958
l’allora presidente Avv. Sergio Guglielmetti rivolge al Municipio la richiesta di nuovi campi, proponendo il campo da gioco del vecchio Ginnasio.

Solo il 3 luglio 1966
l’Avv. Ercole Doninelli, subentrato alla guida del Club, inaugurerà i due nuovi campi costruiti dal TCM sul sedime dietro il mercato coperto, messo a disposizione dal Comune, il quale si impegna pure a costruire gli spogliatoi.
Il TCM dispone ora di tre campi e può permettersi l’iscrizione al Campionato Interclub di ben quattro squadre (due maschile e due femminile).

Nel 1966
la squadra femminile vince addirittura il campionato svizzero di cat. C .

Nel 1967
i soci sono già 138, ma la costruzione degli spogliatoi non è ancora iniziata: ci si cambia in una baracca montata a bordo della scarpata, piccolissima che d’estate diventa un forno.

Nel 1969
 vengono costruiti gli spogliatoi e il foyer che verranno arredati dal Club grazie alla disponibilità di alcuni soci.
Il terreno sui cui sorge il campo in Villa Foresta viene venduto ed il Club deve rinunciare al suo terzo campo.

Nel 1971
l’avv. Ercole Doninelli lascia la presidenza al Prof. Armando Chiesa. La situazione del club è soddisfacente: i soci aumentano ulteriormente grazie alla diffusione del tennis che non è più (ma forse a Mendrisio non lo è mai stato) uno sport riservato a una elite.
A Leda Polli – attiva nel Club non solo a livello agonistico e vincitrice del campionati ticinese di cat. B – viene attribuito al termine della stagione particolarmente positiva il premio sportivo dell’anno del Comune di Mendrisio.
Gli anni passano senza grandi cambiamenti se non quelli imposti dalle nuove mode che seguono a ruota l’evoluzione di questo sport.
Anche a Mendrisio magliette e calzoncini colorati prendono il posto del classico tutto bianco, racchette a racchettoni di varie forme e materiali promettono miracoli.

Nel 1974 a chiusura di un’altra annata particolarmente positiva (cinque titoli cantonali: Claudio Sulser, Giovanni Ostinelli, Leda Polli e la squadra femminile conquista il titolo svizzero di 1. Divisione) viene assegnato al TCM il premio sportivo del Comune.

Nel 1977
si tocca il livello record di 200 soci, di cui una settantina juniores.
Si afferma la necessità di poter disporre di un maggior numero di campi scoperti e di almeno un paio di coperti.
Infatti il tennis non è più lo sport solo estivo : strutture coperte di vario genere sorgono in tutto il Cantone e durante l’inverno numerosi soci del club emigrano verso gli impianti di Chiasso, Campione e Lugano.
Continuano i successi in campo agonistico: nel 1979 la squadra femminile, con l’apporto dei migliori elementi ticinesi, raggiunge, unica squadra femminile del cantone l’ambitissimo traguardo della divisione nazionale A.
 
Nel 1985 la squadra interclub juniores vince il campionato ticinese e partecipa alle finali svizzere e
Luca Mercurio
nel 1986 conquista il titolo di campione ticinese di serie B.
Il problema dei nuovi campi di cui si sente la necessità si rivela di non facile soluzione.
Il progetto di un centro a San Martino presentato dal presidente Fabio Rezzonico (subentrato al prof. Armando Chiesa) non ottiene l’approvazione delle autorità cantonali.
Solo più tardi, con il presidente Arch. Alberto Caldelari, la realizzazione del nuovo centro diventa realtà!
L’aspirazione del TCM di disporre di campi coperti e scoperti per conciliare sia l’attività agonistica vera e propria a quella di coloro che interpretano il tennis unicamente come divertimento e per il tempo libero è raggiunta nell’ottobre 1991: inizia l’attività invernale su tre campi coperti e poi si completa nella primavera del 1992 con l’aggiunta di due campi esterni.

Nel 1993
si aggiungono due campi da squash, sport giovane che si fa largo nel Cantone, specialmente presso i centri privati di Lugano e Camorino.
 
Anche la nuova gestione porta ulteriori successi:
Nel 1995 due squadre interclub juniores raggiungono le finali svizzere: i ragazzi di cat. C vincono il titolo e le ragazze in cat. B sono finaliste .
I giovani ricevono la menzione sportiva del Comune di Mendrisio.
 
Nel 2002 la squadra femminile in divisione nazionale A sen conquista il titolo svizzero nel campionato interclub e riceve la menzione sportiva comunale .
 
Nel 2006 tre squadre interclub juniores raggiungono le finali svizzere: le ragazze di cat. A vincono il titolo, i ragazzi di cat. B sono finalisti e le ragazze di cat. C sono al quarto rango.
Il settore junior riceve la menzione sportiva del Comune di Mendrisio.
 
Nel 2007 due squadre interclub juniores raggiungono le finali svizzere: le ragazze e i ragazzi  di cat. B e centrano entrambi  l'obiettivo: campioni svizzeri!
Il Comune di Mendrisio assegna loro  la menzione sportiva.
 
Nel 2008 una squadra interclub juniores: i ragazzi di cat. B si riconfermano campioni svizzeri.
Il Comune di Mendrisio assegna loro la menzione sportiva.
 
Nel 2011 due squadre interclub juniores raggiungono le finali svizzere: le ragazze di cat. B ed i ragazzi di cat. A.
Le ragazze di cat. B sono finaliste, mentre i ragazzi di Cat. A conquistano il titolo di campioni svizzeri.
Il Comune di Mendrisio  assegna la menzione sportiva.
 
Nel 2012 una squadra interclub juniores: i ragazzi di cat. A conquistano il titolo di campioni svizzeri.
 
Nel 2014 ancora una squadra inerclub juniores: i ragazzi di Cat. A conquistano il titolo di campioni svizzeri.
 
Nel 2015 le  ragazze di Cat. C  e  B conquistano il titoli di campioni svizzeri.
 
 

 

 

.
copyright ATphp